Maghetta Streghetta – Under Distruction

Sono un Rabbid e una pietra saltellante che augura Buona Pasqua

Posted in Cioccolato, Flickr, Foto, Rabbid, Ritratti, Selfportrait, Wonderland by Iaia on 02/04/2010

Avere una mamma che chiama e ti dice “Ehi guarda che  ho fatto un vestitino per il tuo Rabbid” ed essere una figlia che risponde “e la misura del girovita? con tutta questa cioccolata è ingrassato” è il risultato di noi. Ed è quello che davvero conta per me.

Muovi le spalle con You are the Sunshine of my life e ti prepari a quello che sembra essere un lungo week end di bassi ticchettanti. Lucidi Juni alla quale hai promesso di prestare un pò più attenzione e finirla con l’automatico e i bottoncini a caso. E per pasquetta prometti ad amici e parenti di capire perlomeno cosa sia l’iso. “Perchè è un peccato non saperlo eh”. Beh si sarà pure un peccato ma io e Juni riusciamo ugualmente nel nostro intento. Attraversare lo specchio e giocare un pò.  E far dire alla nonna ” Ma lo sai che quando mi fotografi mi sento una ragazza?”

Va a finire che un giorno mi esalto pure io e apro una fan page su facebook, un sito dove tronfia capeggia  “portfolio” e sfratto Hello Kitty dalla cantina spiegandole che per il bene dell’umanità dovrà nascere un studio fotografico. Arte concettuale di Rabbids che si arrampicano su per uno sturalavandini e splash in succhi di carote.  Ovviamente semmai dovessi essere preda di questo colpo di autostima mica da ridere provvederò personalmente al taglio dei tendini della mia caviglia al suono di “kiri kiri”, Audition docet. Perchè l’avete visto Audition, vero?Non è una visione sicuramente pasquale ma qualora ci fosse un taccuino sarebbe opportuno segnarlo

La cioccolata avanza un po’ come l’orsacchiotto assassino in Uprising dei Muse per distruggere l’umanità ed io che da ormai due anni e  due mesi e qualche settimana non ne ricordo il sapore rimango lì seduta sugli spalti in questa partita di cioccocanestro a fissare tutti che mettono a segno un pezzetto nel boccacanestro.E i punti si chiamano gnam. Certo posso pure mettermi in prima fila come Lapo e acchiapparne un pezzetto al  volo, ingurgitarlo velocissimamente e far  finta di non conoscere le regole del gioco.  Ma le regole: sono almeno tre anni. Così senza un perchè. Per rovinarsi un po’ di giorni e niente di più.

Che poi spingo le lancette dell’orologio non perchè sia il bianconiglio eh. Con queste ridicole orecchie, fatte in pochi minuti usando qualche pezzetto di pannolenci, non potrei. Su Amazon vendono proprio la tuta pelosa del bianconiglio e quando arriverà allora si che potrò. Le spingo perchè domenica ci sarà il primo giorno di mare. Mare e famiglia.

La mia famiglia, oltre a quella in dotazione dalla nascita, consiste in un amicizia cinquantennale dei miei genitori con i loro migliori amici. I figli di questi sono chiaramente i miei unici fratelli. Tre omoni e una cucciola che porta il mio stesso nome. L’idea di cercare delle pietre piatte da lanciare sul mare sfiorando l’acqua e far fare quei tre saltelli è un po’ il sogno della mia vita. Papà ne fa ben più di tre. Mica per niente è il mio eroe. In spiaggia con tutti loro a cercare pietre, ad abbracciarsi e fermare il tempo.

Ed è quindi questo l’obiettivo pasquale che mi prefiggo:  far saltellare anche solo una volta la pietra piatta sul mare. Lasciarmi andare proprio come lei. Con l’adrenalina che senti sfiorandola. L’acqua.  Che si può cadere immediatamente negli abissi ma anche dopo due, tre , quattro e perchè no cinque saltelli. E se fossero cinquemilasettecentonovantamilamilioni di saltelli? meglio che rimanere ferma a riva. Perchè ferma a riva aspettando che un’onda ti travolga beh. No. Io mi butto. Anzi: saltello.

Sono la sorpresa di me stessa per questa Pasqua ed il significato di “felice come una” forse l’ho capito. Terrò a mente questa immagine di me nei momenti  bui ricordandomi che non tutti hanno un papà che alla risposta “scusa posso richiamarti dopo papà? ho mezzo uovo di pasqua in testa” , ti dice “sei pazza amore mio. Ed io di te”.

Se ti concentri poi senti proprio il rumore dei salti della pietra piatta . Si. Provaci. Nella conchiglia solo il rumore delle onde, mica del contatto di due elementi sconosciuti che in realtà sono la stessa identica cosa. Che disperatamente si vogliono. Senza sapere chi sarà pietra e affogherà e chi acqua e ingurgiterà.

Che sia per voi una Pasqua meravigliosa fatta di pietre saltellanti, uova e poche preoccupazioni. Io cercherò di impegnarmi perchè questo avvenga e forse non aspetterò tre anni.

PasquaofftopicTonnesco: Il progetto di TonnaModerna.com è ormai concretizzato ed io oltre ad essermi commossa non poco per la vostra partecipazione vi ricordo di continuare a scrivere all’interno dei commenti la mail di registrazione e il nick che vorrete usare qui su wordpress per mandarvi l’invito. Decideremo subito dopo questi giorni di festa: l’inaugurazione tonnesca.

Perdendomi tra tutte le mie smancerie, cuoricini lampeggianti ed esasperazioni sentimentali non vorrei che si perdesse il mio reale affetto sincero per voi. E il mio Grazie.

Annunci

35 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Valentina said, on 02/04/2010 at 18:27

    Come non capirlo il tuo papà? Se io sono pazza di te e ti conosco così poco lui sarà cottofrollato. Fonderemo un clab, io ellui e i rabbid e tutti quanti gli altri. Altro che pagina su feisbuc. Un clab con la sede sociale in un nuovo di pasqua al cioccolatonocciolato. E avremo tutti cerchietti con orecchie da coniglio di pannolenci. Anche i rabbid. Si è già deciso che si mozzeranno le orecchie per averne di pannolenci. Ti amano. E anche io. Infinitamente.

    Saltella come sassino sull’acqua, divertiti, ridi eppoi torna perchè mi mancherai. Sallo.

    • maghettastreghetta said, on 02/04/2010 at 20:14

      E tu mancherai a me ma cielo abbiamo tutti questi mezzi tecnologici a nostra disposizione che passerà tutto in un batter baleno. Che poi a me questa cosa del batter baleno non mi è molto chiara.
      E un pò come baleno e lavoro meno. Ho un’infanzia turbata, oltre che dalle telenovelas venezuelane, da tutte le pubblicità.
      Ma so che insieme non solo non possiamo uscirne ma possiamo peggiorare la cosa.
      Il fatto è che questa storia di mozzare le orecchie per sostituirle ai cerchietti ha una sua logica affascinante (cielo. qua finisce com eil dottor gibò .già sto partendo)
      Loro sono stranamente attoniti dalla tua e dalla mia dichiarazione e francamente non ne capisco il motivo.

      Sto ascoltando SInatra, perchè ho chiaramente un problema e un pò lo vorrei ballicchiare con te stringendoti forte e sussurrandoti che andrà tutto bene.
      E che al sassolino chiederò di fare pure saltelli portafortuna per te.
      Perchè secondo me possono pure avverrrrare desideri (einstein annuisce. e lui è un uomo di scienza quindi .mica me le invento )

      La sede sociale dentro un uovo di pasqua*_*
      potrei fantasticarci per tutta la sera e lo farò. Perchè l’immagine di noi tutte con le orecchie conigliose in degli uffici uovocioccolattttosi beh.
      meraviglioso è riduttivo.
      ailoviu just the way you look tonight
      ma tunait è più bello ….
      c’è poco da fare *la gira, la rigira, caskè con la cappa e la ripiglia

      un bacio grande .ma grande grandissimo eh.
      you are so lovely *ancheggiando e muovendo le spalle si allontanò.
      per poi tornare indietro e ritirarla a sè.
      e continuare a ballare per tutta ..
      tunait.

  2. Ninphe Sélène said, on 02/04/2010 at 18:31

    ti ci voglio un mondo di bene. La cioccolata dicono faccia pure bene al viso. 😛

    Per le orecchie..pensavo…per tenerle su…non si poteva inserire all’interno un’anima di fil di ferro tutto attorno alla cucitura?

    • maghettastreghetta said, on 02/04/2010 at 20:19

      Una volta ho fatto un massaggio al cioccolato. Contro la mia volontà fra l’altro. Perchè questa storia delle pietre calde, lo scrub al marandino del nicaragua provincia di messina e pezzi di patate nelle braccia per rassodare a me francamente inquietano e non poco.
      e poi quello era tutto tranne che cioccolato.

      ma su del sano buon cioccolato vero sul viso beh. concordo mia adorata Sally. mi sa che fa bene. fosse solo per l’odore che sprigiona. mi è partito il neurone. fortuna che ho resistito. ok non è vero. Ero fisicamente impossibilitata dal leccarmi la faccia altrimenti l’avrei fatto.

      ero una drogata di cioccolato.Resistere , fare foto dove fingo di mangiarlo è stato diciamo:catartico e mistico.
      Le orecchie necessitavano seriamente del fil di ferro ma sono una fessa .
      DIMMELO CHE SONO UNA FESSA .
      con calma le rifaccio ( o meglio le compro su amazon che queste sono vergognose cielo)

      ti ci voglio un mondo di bene purio.
      e ti ci voglio mi piace *sentenziò toccandosi i peli sulle gambe

  3. Bibi said, on 02/04/2010 at 18:58

    Io da bambina riuscivo a farne fare 3 di saltelli sull’acqua, alle pietre. Usavo il fiume però o i laghi, non il mare. Poi ho smesso di andare nei fiumi, c’è stato un lungo periodo di siccità. Forse più vero dentro di me che fuori, o forse non trovavo più le pietre giuste, quelle piccole che stanno nel palmo della mano, quelle dello giusto spessore, quelle piatte perfette per il minimo sindacale dei saltelli, che sono appunto 3.
    Mi ha insegnato mio babbo a far saltare le pietre sull’acqua, come tante altre cose.
    E quando tornavamo dal fiume io avevo sempre una tartarughina in più. Ora non si può fare. Prendere le tartarughe intendo.

    PS io posso resistere 3 ore al massimo senza cioccolato, forse anche 3 giorni. O 3 mesi.
    E lcon e orecchie mosce da lepreconigliosa sei sessisima, sia messo a verbale.
    Buona Pasqua saltellante, amoramia

    • maghettastreghetta said, on 02/04/2010 at 20:35

      Io per una tartaruga ucciderei pure un coniglio*No fermi ! era un esempio*vedendo correre tutti i rabbids verso la porta sagacemente chiusa a chiave.

      Mi piace sempre leggere di te. Se potessi fare una biografia*disse arrabbiata e supplichevole al tempo stesso.
      Finalmente ci sarebbe qualcosa di interessante da leggere.
      Per questo spero sempre che ci sia un nuovo post da te. e soprattutto adesso con gugol ridere ( grazie a Valefatina .cielo.ma come abbiamo fatto senza di lei fino ad adesso?) .
      mi sento così tecnologica mentre ci destreggiamo qui, li’, pi’ , cu e bla.
      cosastodicendo?
      non ci riuscirò neanche domenica. ma questo significa che essendo tu campionessa del lancio della pietra piatta ( l’ho capito quando hai parlato di spessore. mio papà ti amerà lo so ) sarai costretta a insegnarmelo.
      e avremo il nostro bel da fare davanti al mare.
      e lo faremo in tutti i luoghi e in tutti i laghi.ok la smetto.
      è che scanu ha turbato la mia giuvine mente.suppongo anche la tua.

      (sai però che è un pò come la sigaretta.a stretto contatto con l’odore . il ricordo. in un primo nanosecodo:lo voglio. un pò come : un tiro e poi. no. adesso non so sia un bene o un male . paragonare il cioccolato con la sigaretta è come paragonare scanu e una vincita di sanremo. ah.ha vinto .vero*sparami ti prego )

      Avrò modo di farteli in altro modo gli auguri di pasqua ma chiaramente:
      a te .
      a te Buona Pasqua cucciola.
      grazie.
      sempre.

    • Iber said, on 03/04/2010 at 08:17

      per un attimo ho avuto paura che volesse usare la tartaruga per fare i saltelli

      • maghettastreghetta said, on 03/04/2010 at 11:53

        ghhghghghg
        Adorabile Iber :*smack

      • Martix! said, on 08/04/2010 at 10:06

        io userei scanu per fare i saltelli sull’acqua.. in tutti i luoghi e tutti i laghi. Finchè non affog..ehm.. coff coff.

  4. Scribacchiando said, on 02/04/2010 at 19:09

    Prima che esploda la mia consueta tempesta emotiva ( che oggi sarebbe più tempestosa del solito), mi è d’obbligo farti una rimostranza importantissima. In realtà dovevo fartela già un post fa. Insomma, quello che volevo dirti è che, sì…( mi mancano le parole, cielo!) non è vero che nel nostro ultraterreno rapporto d’amicizia i miei sono sempre i regali più belli. Nonononono, non è vero penniente, ahhhhhhh!!!! Che si metta al verbale.
    Io sono certa che se ci teniamo forte per mano e ognuna prende il suo sassolino, possiamo fare più di tre saltelli. Per lo meno dieci a testa.
    Per quanto riguarda il resto. Tu sai e io so. E sei stata unica nella tua delicatezza. Unica con le tue orecchie di pannolenci e la faccetta imbrattata di cioccolato. Buona Pasqua paciarotta. Ti voglio bene

    • maghettastreghetta said, on 02/04/2010 at 20:40

      Te ne voglio perdutamente anche io Chiara. E continuo a credere che si. Che i tuoi siano più belli assai.
      Come sono sicura che dieci saltelli nell’acqua non riuscirò a sommarli nell’arco di tutta la mia vita. Cielo mi basterebbe solo che non cadesse giù a piombo.
      Ma in questa fase di ottimismo si.
      Almeno dieci al giorno *con le mani muoveva la testa si si si per forzarla ad annuire.
      Adesso mi concederai un ballo suppongo ed io starò lì inebetita a guardare i tuoi bellissimi capelli biondi fluttuare.

      fluttuano in un cielo stellato.
      vedi anche tu vero?
      un bacio che può grande non si può.
      (hai visto che nel cerchietto ci sono delle ridicole stellette nere? è difficilissimo trovare un cerchietto bianco. ma dove è finita la semplicità?)
      (cielo basta.baciami )
      ( sick che è qui vicino dice testuali parole: salutami Chiara!)
      (quell’uomo ci teme. lo so )

  5. aleidascapigliata said, on 02/04/2010 at 20:55

    È inutile. Ogni volta che ti leggo (perché ti leggo sempre, #sallo) m’incanto.
    Sei magnifica. Nient’altro da aggiungere.
    Ailoviù =*

    • maghettastreghetta said, on 02/04/2010 at 21:23

      Non darò la colpa alle orecchie da coniglio, note in tutto l’universo come annientatrici di neuroni ( ok è una teoria che non regge ma è giusto provarci ) ma alla mia innata e risaputa rincretinaggine.
      Aleidascapigliata uhm. Dal #sallo ho la netta sensazione che ci siamo conosciute su twitter?
      (se non è così mentimi e dimmi di si e poi tra parentesi la verità. Mi sento felice quando indovino le cose ma non le indovino mai )
      ti conosco con un altro nick?
      Ma nick a parte, travestita da peperone gigante (si.sempre lo stesso che tiro fuori nei momenti di imbarazzo ) ti ringrazio dispiacendomi un pò per il tuo masochismo ( di leggermi) e compiacendomi di avere un’altra opportunità di amorevole amicizia.
      E ora amiamoci senza riserve*disse buttandosi al suo collo e baciandola con prepotenza
      ( dimmi che non ti sei spaventata e che ritornerai *disse tirando su il moccio *)

      (grazie)

  6. Lisa said, on 03/04/2010 at 08:32

    tesoro sei cioccolatosamente splendida, ti mando tanti tanti bacini … a volte quando leggo quello che scrivi ci rifletto molto sopra… nel senso che mi fai capire tante cose.. un abbraccione di pasqua per te!!! ;-* focaccina

    • maghettastreghetta said, on 03/04/2010 at 11:52

      Lisa ti faccio capire che questo futuro nella bellissima liguria cibandoci di sole focaccine non la vuoi più vero?
      *disse salendo sulla scrivania.
      piangendo.
      agitando i capelli.
      spaccando la stampante e sparando con il bazooka da borsetta .

      • Lisa said, on 04/04/2010 at 17:04

        ma cosa diciiiiii ???? la vorrò sempre finchè nn si realizzerà 😉
        ti lovvo molto focaccina mia!!! ♥

  7. fuffra said, on 03/04/2010 at 14:27

    Cmnq non è possibile che tu non abbia visto Amelié. Anche questa cosa dei sassi…. devo farti rimediare, aspettami. 🙂

    • maghettastreghetta said, on 03/04/2010 at 19:10

      ti mando subito l’invito e la fuffa di Fra e il nick fuffra mi piacciono un casino.
      UN CASINO.
      ma anche due e tre casini .
      Giuro sulla testa pelata di sick che non ho mai visto Amelie.
      E sta diventando quasi una sfida ormai non vederlo.
      Dimmi però che c’è pure la pietra piatta e giuro che lo vedo.
      perchè sta diventando imbarazzante.
      IMBARAZZANTE *urlò andando via per poi tornare indietro baciarla e gridare nuovamente andando via.
      si.
      andando via.

  8. pani said, on 03/04/2010 at 21:31

    se vuoi che i sassi saltellino sull’acqua come dei piccoli canguri, devi:
    1.aprire una penna a sfera
    2.togliere la molla
    3. attaccarla in qualche modo al lato inferiore del sasso (non chiedere qual è il lato inferiore, lo si capisce subito, è quello più sporco).
    4. lanciare il sasso come fosse una palla da softball o una manciata di riso.
    Questo si metterà a saltare, felice proprio come una pasqua.

    • maghettastreghetta said, on 06/04/2010 at 07:46

      tu lo sai ora che mi costringi a tornare lì con una penna a sfera , vero?
      *disse toccandosi il pizzetto e annuendo convinta

      Ci sono riuscita. Ma è stata davvero tanta tanta troppa Fortuna.
      Con una pietra piattissima. convinta. spingendo fortissimo. dando un colpo di spalla simil lussazioneimprovvisacosastodicendo.
      ed è scattato pure un applauso .
      improvviso.
      ovviamente avevo detto al nippotorinese ” so che posso farcela. riprendimi. ovviamente non mi ha ripreso ”
      la prossima volta lancio lui.
      più che farlo saltellare però lo farò affogare.
      ( è un piano diabolico che ha una sua logica, me lo sento )

      Grazie Pani perchè tutto questo è a dir poco strepitoso *abbracciaforteforte

      • Martix! said, on 08/04/2010 at 10:20

        ahahahah.. no dai, risparmia il nippotorinese (ci serve per l’inaugurazione di TonnaModerna, ricordi? Altrimenti chi servirà ai tavoli? :p) ti cedo scanu. Puoi lanciarlo e affogarlo quanto vuoi! 😛 ok? :*

  9. Ireos said, on 05/04/2010 at 13:37

    Che belli i saltelli nell’acqua. Quando i campi dietro casa mia si allagavano tanto tanto passavo pomeriggi interi a lanciare sassolini piatti. Solo 3 saltelli. Ma ero felice. E poi il fango. Finiti i sassi ci si lanciava a caminare nel fango e a giocare a chi si sporcava di più…
    Tempi belli, quelli.
    Ma anche questi lo sono. Tempi in cui seguo una pazza bellissima che si fotografa con le orecchie da coniglio e la faccia imbrattata di cioccolata. Andare avanti non è poi così male.
    Felice Pasqua mia amata.
    Ireos

    • maghettastreghetta said, on 05/04/2010 at 23:55

      ce l’ho fattaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
      ce l’ho fattaaaaaaaaaa 3 saltelliiiiiiii TREEEEEEEEEEEEEEEE
      ok ci farò come minimo 45 post e 3 videopost. voi mi odierete e denuncerete alle autorità. chiuderò il blog e chi si è visto si è visto.
      ma chi si è visto?
      devo andare a dormire, sì.
      Amore mio in ritardo anche se ce li siamo fatti ancora auguri ( si mi piace ripetere gli auguri che sono sempre occasioni di sbaciucchiamenti. cielo è una malattia)

      ( a parte i fanghi guam io non mi sono mai sporcata di fango. questo fa di me una nullità )
      (dimmi che mi porterai nel fango o do i numeri )
      *le salta addosso e l’abbracciafortefortissimo dicendole:
      grazie.
      sempre.
      e baciandola *OVVIO LAMPEGGIANTE sulla sua testa

  10. Francesco said, on 05/04/2010 at 20:11

    Mi sono innamorato di te

    • maghettastreghetta said, on 05/04/2010 at 23:52

      parliamone ti prego.
      ma soprattutto mi propongo eventualmente per la divisione delle spese nelle sedute psicanalatiche.
      perchè Francè .

      e poi dirai eh? e ?
      e no la frase finisce così.uffa.

  11. maghettastreghetta said, on 06/04/2010 at 07:46

    Lisafocaccina
    credo sia arrivato il momento di farmi la maglietta
    “focaccina mia”
    sì.
    è arrivato

    • Lisa said, on 06/04/2010 at 18:06

      poi quando l’hai fatta voglio file e la trasferisco su carta applicabile a maglietta, via di ferro da stiro e lavaggi a mano a vita !!! ♥

      • maghettastreghetta said, on 09/04/2010 at 15:34

        *_*
        e vivremo di questo *disse farfugliando con la bocca impastata di focaccina.
        focaccina virtuale(depressione)

  12. piperitapatty84 said, on 06/04/2010 at 11:32

    Ci sono giornate “strane” in cui tutto ti sembra avere un gusto diverso. Poi arrivi qui, trovi delle parole meravigliose, giornate allegre, speranze splendide e tutto prende un’altra piega. Grazie anche per questo. Sai parlare al cuore delle persone con un’infinita delicatezza, con una semplicità incantevole.. ognuno nelle tue parole legge sfumature diverse. e per questo ti dico un grazie immenso. Goditi più che puoi quell’uomo fantastico che è tuo papà, un pò anche per me, visto che tutto ciò sono 20 lunghissimi anni che non mi tocca più…
    oramai per la pasqua sono in ritardo, ma ti voglio dire che sei bellissima come sempre! e sono stra-felice di aver letto che la tua giornata è stata un successo con ben tre saltelli del sasso! E poi, scusa.. diciamocelo: perchè far fare al sasso più di tre saltelli quando tre è il numero perfetto? E visto che ne hai fatti far tre sai che vuol dire? Che sei perfettissima così!! Godiamoci tutti le piccole cose.. sono le migliori.
    Ti amo e ti voglio un bene indicibile!

    • maghettastreghetta said, on 09/04/2010 at 15:33

      Patty eviterò di esagerare con le parole come mia abitudine . Perchè vorrei scrivertene. Fiumi.
      e mi limiterò a dirti che ti voglio bene . indibilmente pure io.
      e che ogni tua parola è stata una carezza e un abbraccio.
      e mi fermo spesso a pensare come io possa meritare davvero tutto questo.
      rimango sconvolta.
      sinceramente sconvolta.
      E maledetta sia la distanza.maledetta.

      (grazie.grazie.grazie.grazie . sempre.grazie)
      (ho già detto grazie?)
      (non bastano mai per te)
      (mai)

  13. Franza said, on 06/04/2010 at 14:02

    Quattro. Il mio record di saltelli raggiunto alla gloriosa età di 6 anni.

    Ahm… timidamente mi faccio avanti anche io per Tonna Moderna(e anche velocemente perchè mio padre sta per smontare il computer per la pulizia di primavera… )…dicevo:
    – nick su wordpress: franzelin
    – mail: ciaofranza@libero.it

    FranzaKoala

    • maghettastreghetta said, on 09/04/2010 at 15:29

      QUATTRO? *si inchina e la bacia

      Timidamente? mi fai felice koalettamiamorosa e ho già mandato l’invito.
      aspetto la tua conferma. la riunione di condominio avverrà nei commenti sopra ma anche qui ( è che per comodità è meglio su che poi mi perdo. ma io mi perdo ugualmente.ecco mi sono persa e non ho capito una cippalippa )

      ti amo.
      ecco.

  14. maghettastreghetta said, on 09/04/2010 at 15:35

    Marti : affogare SCANU?
    cielo è il MIO SOGNO.SOLO MIO.
    ah no.
    mio e del resto della nazione e intergalassia.
    ma voglio credere che io potrei fare meglio.
    moltomeglio*risata che definirla malvagia sarebbe riduttivo

  15. Buona Pasqua ! « Gi's Kitchen said, on 04/01/2011 at 12:28

    […] Il Post e le foto le trovi cliccando qui >> […]

  16. web design said, on 03/05/2011 at 21:22

    Composing weblog ia very well-liked now. i like to know how you can write great blog,how you can attract individuals visit my blog site,thanks


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...