Maghetta Streghetta – Under Distruction

Caterpillar in the sky

Posted in Flickr, Foto, Phobialand, Selfportrait, Vita by Iaia on 24/05/2010

Non ero per nulla agitata quando la sveglia è suonata con quelle quattro ore di anticipo rispetto già ad un altro anticipo di due ore. E quando in posizione supina sono riuscita a saltare da ferma, battendo Linda Blair nella sua magistrale interpretazione nell’esorcista (più in riposseduta ma tant’è ). Ne ho avuto quasi la certezza, di non essere agitata perchè per quanto riguarda il record effettivo dovrei controllare i metri esatti nel libro del guinness, quando ho confuso il cotton fioc con la pinzetta, e il silk epil con lo spazzolino da denti. Quel quasi poi se l’è data a gambe levate (lo vedete anche voi in posizione di  partenza con i pantaloncini?) quando ho canticchiato  a trentamila decibel il ritornello di “Can’t take my eyes off you ” convincendomi che una colonna sonora divertente e ballicchiante mi avrebbe distratto. Logica ineccepibile perchè  mi ha distratto sì. E non solo me. Ho ricevuto urla di dissenso. Per la scelta musicale in primis, per la mia voce orrendamente poco abile nell’emettere suoni in tono e perchè se il decollo è previsto alle nove non è saggio alle quattro essere già pronte e canticchianti; segnare sul taccuino.

Costretto poi , per incoraggiarmi, vittime sacrificali ad accennare perlomeno un balletto insieme facendo ruotare le mani e dando un colpo di anca come in una di quelle tristissime balere di latino americano ma forse più in un amarcord di non è la rai, sono stata caricata a spalla come fossi un albero di natale su una macchina.

Macchina che conteneva geniali soluzioni di tetris valigiosi , faticosamente studiate la sera precedente mentre comodamente istruivo “un po’  più a destra nonono un po’ più a sinistra” impegnata a cercare su google grazie al potente wi-fi casalingo che mi permetteva dal giardino di operare: ” disastri aerei degli ultimi anni”,  “è possibile salvare le proprie borse durante la corsa verso l’uscita d’emergenza” e altra roba importante. Giustificando che a causa della mia aviofobia non potevo di certo subire pressioni psicologiche anche con i bagagli. E che chiaramente era giusto che rinunciasse Ce ai suoi venti chili e li donasse a me. E così è stato. I miei complimenti sulla sua bravura di essere riuscita a far stare quasi tutto nel suo bagaglio a mano da dieci chili non sono stati però apprezzati e il dispiacere è stato tanto quando le ho detto seria ” se vuoi puoi mettere qualcosina da me. Una pochette entra ancora,  fai pure”. Perchè non sono arrivata a dire ” pur..” , mancava solo una “e” , che la predica del nonèpossibileportarsiseigiubbottiniquandotenemettisempreuno è arrivata. E l’abbiamo ripetuta insieme come un mantra. Abbassando e alzando la testa. 

Non ero per nulla agitata quando in macchina ho gridato “NOOOOO!lasciala!!!!”. Perchè ho sentito l’incessante bisogno di cantare Britney Spears in baby one more time, confermando che sì: il momento era davvero più difficile del previsto. Perchè d’accordo un evergreen come can’t take eyes off you ma cacchio bridneyspirz è oltre. Eppure quelle gonna da collegiale, le treccine e i pon pon hanno lasciato il segno. E lo hanno lasciato anche su di me quando abbozzando il sorriso più dolce che riuscissi a fare ho detto candidamente ” e se andassimo in treno? che saranno mai cinquanta ore di treno?”

E mentre ripetevo che no, qualora fosse stato fuori misura consentita il  mio bagaglio a mano contenente solo borse non avrei preso quelmaledettissimoaereoperchèavevotroppopaurachemiperdesseroleborse. E che mi perdessi io. Ho guardato in alto e tuppete ( ricordo alla gentile clientela che dovreste dire anche voi almeno una volta nella vita “tuppete” perchè il “ta dan  è troppo morbido per aggiungere enfasi al momento. Tuppete riequilibra tutto e diventa tutto più incisivo. E canino)

Passa un aereo e lascia una scia. Prendo juni, la mia macchina fotografica, arrabbiatissima con me  per essere riuscita ad infilare anche due rossetti e un mascara da lei e mi preparo allo scatto allorquandotuttattaccato. La scia si dirama in piccoli piedini tanto da riuscirne a intravedere anche i calzini e sono azzurri proprio come quel giorno. E il brucaliffo è nel cielo e mi appare nitido nella sua forma più pura. Scatto mentre non si rispettano i limiti di velocità traballando nell’autovettura con il finestrino abbassato e le mosche appiccicate sui denti alla Ace Ventura e quando chiedo di poterci fermare vengo rimproverata con ” tuuuuuu saliiiiiii suuuuuuquelllllmaledettttisssimooooooaerreooooeononcifermiamooooooooooooo”.  Il destino vuole che io sia costantemente equivocata a quanto pare. E che non conosca la vergogna come sottotitolo, certo.

Salgo sul brucaliffo  e metto le scarpette ad ogni singola zampetta, io. Il pensiero su che colore abbinare alle calze azzurre, se verde militare in voga in questa primavera estate 2010 o una nuance fiorellosa must assoluto, mi ha distolto fino ad arrivare nel luogo dove tutti sono sempre stati in movimento ed io ferma a guardare. Sognando come loro di volare. Sperando che qualcuno mi spingesse verso la pista, mi legasse all’ala e mi portasse via. Tirando velocissima il trolley ho cercato la saletta fumatori ma non c’è stato bisogno neanche di cercare le sigarette in borsa. E’ bastato solo entrare, sedersi , impuzzarsi un po’ i capelli chiedendomi perchè li avessi lavati alle tre del mattino e uscire sorridente asserendo che sì. Ero pronta dopo aver fumato ventimila sigarette in un colpo solo con un netto risparmio di tempo, energie e denaro.

Ai controlli ho infilato tutto nella vaschetta bianca che correva lungo quel rullo pieno di tubi rotanti dove avrei voluto far fare un giro a Etto l’amico del bagnetto e mentre rimettevo il giubbotto di jeans ho sorriso al tizio che controlla ai raggi x il contenuto pensando seriamente di chiedergli se fosse  possibile fare una foto allo schermo mentre passava la mia borsa con il Rabbid dentro.

Attraversare il tunnel che porta all’autobus, con il suo pavimento verde è stato attraversare il miglio. Pensavo che non avevo scritto della mia prodezza e che quindi alla mia scomparsa sarebbero seguiti commenti del tipo” eh la solita mag che scompare” piuttosto che commemorazioni e cose schifosamente romantiche. Tweet di 140 caratteri con “mi manca il suo accarezzarsi il pizzetto” , “mi manca il suo rompersi l’anca” , “mi mancano i suoi verbi intransitivi sbagliati” e “cacchio ce ne siamo finalmente liberati. prosecco o spritz?”

Insomma capibili festeggiamenti ( li vedete anche voi questi menti che festeggiano drogati e visibilmente alticci, vero? E i menti sono sono alticci o bassicci ? e . ). E capibili non mi ha mai convinto del tutto ma del resto la grammatica in generale.

Decido per delle ballerine fiorate tipo quelle di H & M da far indossare al brucaliffo comunicandolo a tutta la popolazione dell’autobus che mi sta portando incontro alla morte certa fermamente convinta che volare significhi cadere.

E.

 

tuppete ( ed eccolo di nuovo qui)

E salgo. Non do la mano. Non mi faccio coccolare. Non mi faccio rassicurare. E salgo.

Convinta, da sola. Velocissimamente i gradini per esclamare un convinto “Buongiorno” alla hostess che francamente avrebbe dovuto optare per un altro tipo di acconciatura. Usare il diffusore in quelle giornate umide non era certo una genialata ma. Ho imbarcato la piastra e non posso aiutarla altrimenti. 

 

Sedici. Posto Sedici. Sono sull’ala. E non sono legata. Ed entro spontaneamente nel mio castello delle fobie. Dal cancello principale. Bussando fortissimamente per esclamare convinta “Buongiorno” . Senza troppe domande che mi fanno perdere tempo. Cercando la soluzione. E il finale alla Landa delle Fobie. E le prime righe definitive sono state scritte dentro il vortice della mia paura più grande:

volando

(e chi mi ferma più, adesso?)

(risposta di default: quei signori che ti inseguono con la camicia bianca e dei laccetti?)

*la vogliamo ricordare così. Come colei che riuscì a prendere cinque chili mangiando camion di barbabietole e cumino e vaschette di gelato allo yogurt; ma la vogliamo ricordare più come quella che, a partire da oggi,  patirà la fame leccando orecchie di coniglio e sorseggiando tisane che arzille novantenni le sputerebbero in faccia senza troppi complimenti. Correndo su un tapis roulant e inciampandoarrotolandosi nella lingua penzolante.

 

Il motivo in assoluto che ha reso questo rientro a casa indimenticabile è stata la presenza dell’Arancino gigante. Ineguagliabile tocco di assurdità in questo momento di delirio generale. Mi dolgo solo di non aver  fotografato il dettaglio degli stivali gialli.

Ma sono un essere imperfetto e adesso ho capito che sì.

Posso amarmi proprio per questo. Perchè ho sbagliato sì a non fotografare stivali gialli e stare attenta ai dettagli, ma c’è tempo. E non tutti lo hanno.

 Comunicazione di servizio: L’elenco delle cose che ho imparato in viaggio, tipo che i dentifrici tedesci spalmati su fettine di crauti sono buonissimi, li lasciamo per domani.

Una parentesi a caso per sentirsi a casa: Rabbid è stato arrestato per possesso di carote allucinogene in quantità non consentita dalla legge superando di 300 grammi l’uso personale ergo tornerà non appena i suoi problemi con la legge saranno quantomenodivisoper risolti* (perchè è incredibile che siate preoccupati per Rabbid e per me. E che mi scriviate sempre cose bellissime. Rabbid non vi merita. Più io, però)

(ed è assurdo come mascherandomi voi riusciate e vedere più di quello che vedo io)

(grazie sempre. per chi si è preoccupato. per chi ha gioito e per chi.)

 * per chi volesse scrivere a Rabbid può farlo a rabbidincarcere@yahoo.it (1. è una mail attiva, che qui non si ha mica tempo da perdere con inezie e non si danno certo falsi indirizzi. Rabbid risponderà durante l’ora concessagli nell’area wi-fi in cortile 2. gli orari di visita sono Martedì alle 21.21 e Giovedì alle 12.12 . 3. Non nascondete carote in mezzo alle sigarette o frutta che porterete perchè non sono consentite. Grazie a nome di entrambi e entrterni e entrtombola)

(Già so che amerò per sempre chi troverà il coraggio di ticchettare l’assurdo indirizzo email; fosse solo per una pernacchia. si sappia)

Annunci

35 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Luca said, on 24/05/2010 at 10:19

    Devi scrivere ogni giorno !
    sei il momento relax in ufficio

    complimenti

    • maghettastreghetta said, on 24/05/2010 at 10:44

      Dovrebbero licenziarti mi verrebbe da dire .Ma ti immagini essere licenziati perchè ” leggeva la fessa di maghettastreghetta in ufficio”.
      ?
      cielo.
      santo cielo.
      sarebbe assurdo.
      ma entusiasmante . ok la smetto.

  2. estella said, on 24/05/2010 at 10:48

    hai volato?????????????
    hai volato??????????????????????
    HAI VOLATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    e chi ti ferma più, un bacio grandissimo
    estella

    • maghettastreghetta said, on 24/05/2010 at 10:59

      Si Estellamia.
      celhoooooofaaaattttaaaaa!
      E non ho pianto, frignato , urlato.
      Sono stata calmissima (ero chiaramente posseduta) , rilassata e sembravo quasi una persona normale (quasi è sottolineato)
      Credo che qualcuno la sera prima abbia somministrato a mia insaputa qualche droga pesantissima ma.
      Come tantitantitanttantiannifa.
      Come se non avessi mai smesso di prenderlo . E come se.
      insomma ancora non ci credo
      Adesso devo solo rifarlo al più presto per non rischiare che il tempo possa nuovamente innescare meccanismi pericolosissimi di paura.
      credo proprio che questo uikend lo riprendo. fosse solo anche un volo catania- malta di venti minuti.
      *ti abbraccio forte ma che più forte non si può.

  3. Lucia said, on 24/05/2010 at 11:20

    ti adooooooorrrrroooooo

  4. Valentina said, on 24/05/2010 at 11:37

    Il prossimo aereo sarà per volare quidamevero? *nonosaredireno o vado a piangere. E cancello tuppete dal citofono decorato con girasoli e coccinelle di fimo della casa dove abiteremo. E niente mutandoni. ù_ù Occhei?

    • maghettastreghetta said, on 24/05/2010 at 11:45

      Sappi che prima stavo giusto dicendo su twitter a darsch che il sito di fataperlina è scandalosamente bellissimo e ti ORDINO di postarlo immediatamente su tonnamoderna anzi no! ti ordino di darmi il consenso di pubblicarlo li’.
      Di mettere link rimandidilink di sponsorizzzzzzarlo di.
      cielo Vale ma davvero senza parole. E cacchio sono seria come mai.
      Hai oroeplatino nelle mani ma anche perchè lo sei tu di oroeplatino.
      E dovrei spendere milioni di parole e lo farò*croce sul cuore.
      Ma nel frattempo immaginami come unaconlamandibolaapertafinoaterra che accarezza il monitor e dice “stupendobravissimabellissima” e finisce con “IO LA CONOSCOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!”

      E’ MIAAAAAAAAAA
      (annuisci e dimmi che sei mia o facciostragediconigli)

      E il prossimo aereo con rabbids in valigia : da te.
      Potrei vederti creare quelle meraviglie in silenzio in un angolino zittazitta buonabuona(zitta zitta è difficile) per millenni.

      E tuppete nel citofono mi ha ovviamente fatto ridere un sacco come tutte le cose che .
      Sei davvero speciale. e ringrazio il signor twitter ogni giorno per avercicicicicifattoincontrare
      tu un po’ meno ma poco importa 😛

      *la stritola di baci e abbracci

      • Valentina said, on 24/05/2010 at 14:49

        Promettimi che non starai mai zitta. Promettilo. E che rabbidinvaligia ci troveremo e faremo cose che neanche i rabbid possono immaginare *-* e che i milioni di parole le spenderai commè, si? *sottofondoSinatra. Amo tuitter, loamoloamoloamo, che mi ha fatto incontrare te *-* (e anche darsch chelloadoro eppoi è arrivata la fataperlina e, cielo, se vuoi fare da sponsor fappure anche se mi vergognerò e arrossirò ma tu non mi vedrai per fortuna)

        E non facciamo stragi, cielo, è chiaro che sono tua. I conigli servono. Per i baci afforma di carota, tu potresti farne a meno?

  5. PieceOfStar24 said, on 24/05/2010 at 12:28

    Ok..ho fatto la cosa sana e ingiusta leggendo il blog 😀 quel brucaliffo in cielo è incredibilderrimo! anche se l’arancinogiganteconstivaligialli penso sia ancora più fantastico 😀 comunque è vero che se non voli per un po’ torna tutta la paura, il terrore! capita anche a me..sono anni che non prendo l’aereo per questo..devo riprenderlo!

    🙂

    tuppeteee (mi piace, mi piace!)

    • maghettastreghetta said, on 24/05/2010 at 12:40

      Pieceofstar posso chiamarti star o ?
      Ma Star mi piace.
      e tanto.
      Grazie al cielo qualcuno ha citato l’arancino con gli stivali gialli. temessi che dopo quellla pappardella lunghissima sul volo nessuno avesse avuto il coraggio di andare (saggiamente) finoallefinedeldelirio.
      Ma questa conferma rassicura me e l’arancino e quindi un mega grazie gigante e commosso.
      Prendevo tranquillamente l’aereo quandoerogiuvine e poi il dilemma. Adesso devo assolutamente cercare di prenderlo immediatamente prima che la paura torni ad assalirmi.
      E tu devi fare lo stesso *disse puntandole il dito e spupazzandosela di bacetti per un po’ che non è poco ma è un po’ tanto.

      E sono felice di ritrovarti anche qui.
      Per me. Per te mi dispiace 😛 che ribadisco è cosa insana e ingiusta seguirmi sul blog.
      e ora baciamoci senza farla tanto lunga

  6. PieceOfStar24 said, on 24/05/2010 at 12:49

    E’ un piacere seguirti, davvero 🙂

    seidelirantequantobastaperessereseguita :)))

    Puoi chiamarmi Star, ma con la S maiuscola mi raccomando! vista la mia adorata passione per le stelle che mi ricongiunge alla mia dolce metà che è pur Stella 🙂 ecco va bè, comunque…straparlo 🙂

    bacinottoli (Ah dimenticavo…fantastici i disegnini! altra insana passione che ho è il disegno… 😀 quindi complimentissimamente anche per quelli ecco!)

    • maghettastreghetta said, on 24/05/2010 at 14:32

      E ballo pure la deliranza, si sappia 😀
      Non bene come il buon caro vecchio cappellaio ma mi impegno affinchè possa emularlo quantomenodecorosamente. senza riuscirci -sottotitolo

      Ti chiamerò Star con la S maiuscola apprezzando non poco la tua passione per quei pallini luccicosi dove alberga uno dei miei primi migliori amici *sospira pensando al piccolo principe

      Scarabocchiare è la mia vita* sospirando di nuovo (speriamo non si senta tanto l’odore di questo intruglio tisanoso che ho appena ingurgitato perchè sarebbe stato meglio divorare due chili di cipolla)

      bacinottoli è fiquissimo e sa di baci in una ciotola . Una ciotola di baci : bacinottoli . sì.
      mi piace.

      ricambiati e moltiplicati
      (oltre a flickr tu hai un blog? un sito? che non è che sono curiosa io uffa e neanche invadente. semplice curiosità per conoscersi un po’ di più)

      • PieceOfStar24 said, on 24/05/2010 at 14:38

        :))) diciamo che il sito/blog ecc. lo sto producendo 😉 ebbenesìsonounamaleficainformatica 😀

        perchè se il tuo primo amico è il piccolo principe…sappi che quel libro sta sempre accanto a me, è ormai consunto! in più ho la maglietta,l’astuccio,la matita e la calamita!! e sbavo da una vita sulla lampada che proietta le immagini del piccolo principe sul muro..ma per comprarla mi serve un mutuo!!!! 😀 ma la avrò!!!

        ah bè la deliranza la ballo anche io, cosa credi?! 😀

  7. CHI Silk Infusion - 6 oz. said, on 24/05/2010 at 12:57

    […] Caterpillar In The Sky « Maghetta Streghetta – Blog Under Distruction Submitted on:Monday 24th of May 2010 06:57:31 AM voted by 6 users […]

  8. Marco said, on 24/05/2010 at 13:08

    E’ un piacere seguirti anche per me , davvero!

    • maghettastreghetta said, on 24/05/2010 at 14:24

      Per picchiarmi suppponnngo *_*

      😛

      Grazie Marco!
      *disse visibilmente lusingata
      (ma anche tu dall’ufficio? )

  9. darklovers said, on 24/05/2010 at 13:27

    Kodomo ha inviato una email al Rabbid !! #sapevatelo !

    • maghettastreghetta said, on 24/05/2010 at 14:27

      Cielo ! mi collego subito *ridacchio
      e ora scusa ma devo gridare:

      darkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkcapperiecuminoquantomiseimancata!!!!!

      • darklovers said, on 24/05/2010 at 20:53

        Anche tu tesoramiseimancatadamorireeeeeeeeeeeeeee *tuppete.. stramazzò a terra per l’emozione*

        Kodomo vuol sapere se rabbit ha letto la sua email ammirando la foto !

        millemilamilionidibacipettè

  10. fuffra said, on 24/05/2010 at 14:12

    Wow hai volato. Ma non ho capito… sei andata in Germania? In vacanza? A coccolarti con CE? Tu e Ce e basta? Che bello.

    • maghettastreghetta said, on 24/05/2010 at 14:26

      In germanian zì ad apprezzaren poliziottin teteschin con i capellibiontiaspazzolan e occhiazzurrin bellizzimi. ok la smetto.
      ma i poliziotti di Monaco meritano . E in tutta la germania tutta.
      Io e Ce ci siamo prese un momentotuttopennoi.
      A riflettere su barbabietole e cumino.

      E speriamo sia l’inizio di una lunga serie di riflessioni*disse seria sputacchiando schifosissimo decaffeinato

      (celhofattacelhofattacelhofatta e domanda: ma gli stewart non dovevano essere carini? )

  11. ibernato said, on 24/05/2010 at 15:03

    Mi hai fatto scompisciare dalle risate 😀 e il brucaliffo in cielo è la cosa più dolce che ci sia, bellissima.
    Un abbracciccione gigantescone.
    Iber

    • maghettastreghetta said, on 25/05/2010 at 19:59

      Iber sono felice di averti fatto sorridere.
      che rimane in fondo una delle cose più belle che ci possano essere.
      anche ridere per disperazione , nel mio caso 😀

      E ora abbracciamoci gigantescamente

      ( il brucaliffo anche se fotografato in situazioni di MOOLLLLLLLTAAAA (s)fortuna era davvero incantevole . Se avessi potuto fotografarlo diversamente mi sarebbe davvero piaciuto. Non che sarebbe venuto fuori un capolavoro ma almeno star ferma….uff)

  12. Darsch said, on 24/05/2010 at 15:51

    Ue’ mattipare il caso di sparire così? Avevo già mandato i rabbid da fiuto in giro per l’Italia a cercarti, ma ci hai buggerati tutti, sei andata all’estero! Me l’hai portata un po’ di Bavarese alla fragola almeno? Mi accontento anche di un paio di chili di muffin con dentro lastessamarmellata che c’è nella Bavarese. O anche un barattolo dellastessamarmellata che c’è nel muffin con dentro lastessamarmellata che c’è nella Bavarese, ma poi apri e: sorpresa! Schizza fuori un bruco a molla con un cartello in mano, e sul cartello, con caratteri del colore dellastessamarmellata che c’è nella Bavarese, campeggia la scritta: tuppete.

    • maghettastreghetta said, on 25/05/2010 at 19:57

      Perchè non hai cominciato la frase con tuppete?
      Di bavarese alla fragola neanche l’ombra ma in compenso sono riuscita a prendere cinque chili con insalata e barbabietole e chili di gelato. Avessi mangiato pure la bavarese alle fragole sicuramente avrei battuto ogni record prendendone come minimo dieci.
      Dimmi che non ingrassi mangiando bavarese alla fragola e io potrei seriamente pensare di volerti meno bene*disse seria e gonfia gonfissima come una mongolfiera

      perchè non hai detto tuppete a metà frase?
      cielo.
      hai detto tuppete dopo quell’esplosione di marmellata.
      ma.
      ma.
      ma.
      (dovrei rispondere dopo aver letto per intero numero 1)
      ( ma mi piace stupirmi numero 2)
      ( e tu ci riesci sempre benissimo numero 3 e non in ordine di importanza)
      e no. niente barattolo e marmellata.
      questo fa di me un essere sconsiderato ma in compenso ho cumino da vendere. mentimi e dimmi che preferisci tonnellate di cumino alla bavarese .
      ho bisogno di una menzogna talmente grande per sopravvvivere.
      sì.

  13. pani said, on 24/05/2010 at 17:09

    io sono stato a Chiemsee ma non sono tornato così allucinato e tuppete, ho scoperto che i tubetti di senape funzionano bene come dentifricio.

    • maghettastreghetta said, on 25/05/2010 at 19:54

      Senape e cumino perchè questo ultimo fa bene alla placca . Non dimenticarlo ti prego.
      E giusto oggi su facebook mi consigliavano un mix esplosivo di stracchino-senape e cumino.
      Ora ho un problema con lo stracchino , come con tutti i formaggi in genere, ma so che questa notizia deveDEVE essere divulgata e così faccio.

      E ora dimmi se a Chemsee con la i o senza non lo so pardon, anche tu invece che il cugino di Loch Ness hai visto un ornitorinco gigante magenta.
      è importante

      • pani said, on 25/05/2010 at 22:10

        se hai problemi con i formaggi in genere, dovresti mangiare latticini delattizzati. Se c’è il decaffeinato ci sarà pure il delattizzato, o no?
        A chiemsee, a dire il vero, più che agli ornitorinchi magenta avevo prestato attenzione alla bionda che guidava il calesse. Non troppo giovane, non bella ma interessante.

  14. Mauro said, on 24/05/2010 at 19:02

    Ma grandissima!
    Questo sì è un evento! Maghetta volante!
    Ho fatto ogni tipo di ricerca per immagini per trovare la foto integrale dell’arancino con gli stivali, ma ahimè, nulla… 😦
    Ho provato anche “Mister Arancino”, che mi pareva un nome consono con tanto di citazione dei Matia Bazar, ma niente.
    Insomma mi sa che dovrai tornare a volare, fosse solo per immortalare Mister Arancino / L’arancino con gli stivali.
    E nell’attesa… uniamoci nell’esaltante coro finale da “TV Chile” (!), urlando ovviamente “arancino” anziché “mandarino”!

    • maghettastreghetta said, on 25/05/2010 at 19:52

      Questo fa sì che la svizzera sembri vicina vicina vicina vicina.
      Ma grazie al cielo è ancor più vicino il lato occidentale della sicilia e a breve potrò spupazzarvi per bene.
      Mi sono chiesta una mattinata intera come tu fossi riuscito ad ottenere l’arancino gigante per intero visto che nella polaroid è tagliato ( e senza far uscire neanche un po’ di ragù o pistacchio o noci o chissacosa ) per poi piazzarlo intorno al palo in quella che rimane una delle effigiiii più meravigliose di questo millennio ( mi perdonerà topo lunedì ma)

      Mister Arancino si trova attualmente nel nuovissimo centro commerciale catanese sito vicinissimo all’aeroporto. Vorrei portarvici ma essendo impossibile al momento farò prima a caricarlo a spalla e portarlo da te.
      E’ più alto di me di ben due volte. Le proporzioni sono falsate in quella polaroid. Ma è gigantescamente affascinante.
      Se si potesse illuminare sul terrazzo starebbe una meraviglia*lo penso sul serio e penso sul serio di chiedere a qualche fabbricatorediarancinigigantiilluminanti di poterne costruire uno appositamente.
      ( potrei passarlo poi con il filo magico a mamma se dovesse mancare la luce. perchè chiaramente alimentato da una batteria gigante a forma di pezzo di ragù)

      (il link al coro è roba da far accappooonnnnarrrre la pelle. stupendo. che altro dire? se non stupendo? )

  15. Mauro said, on 24/05/2010 at 19:06

    … ho scordato il fondamentale link per il coro:

  16. maghettastreghetta said, on 25/05/2010 at 19:46

    Dark mia adorata

    Rabbid in carcere è invidiato da tutti i suoi amici carcerieri pericolosissimi in seguito all’arrivo della tua meravigliosa missiva con allegato stupendosecsiiisssimo.
    Roba che un calendario di rabbidbelenrodriguez non avrebbe sortito lo stesso effetto

  17. […] Il Post e le foto le trovi cliccando qui >>> […]

  18. […] che avevi visto tu. Forse sempre lo stesso. Mi è bastato un attimo per ricordare le parole di quel post, in quel blog che ormai è accantonato. Mi è bastato un attimo per tornare a quella sera in cui mi […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...